Studio Legale Tidona e Associati

HOME

CONTATTO

CHI SIAMO

 

Magistra Banca e Finanza | Studio Legale Tidona e Associati | Diritto Bancario e Finanziario

Rivista di Diritto Bancario e Finanziario
Per contattarci

CERCA ARTICOLI:

Il titolo cambiario affetto da irregolarità fiscale, tale da incidere  negativamente sulla sua qualità di titolo esecutivo

Tabella della bollatura per le cambiali

Di Maurizio Tidona, Avvocato

20 novembre 2000

 

La cambiale, il vaglia cambiario e l'assegno bancario non hanno la qualità di titoli esecutivi se non sono stati regolarmente bollati sin dall'origine e, qualora si tratti di titoli provenienti dall'estero, prima che se ne faccia uso.

 

I notai, gli ufficiali giudiziari ed i segretari comunali, devono a tale fine negli atti di protesto delle cambiali, fare menzione dell'ammontare dell'imposta di bollo pagata per detti titoli e, quando questi siano muniti di marche da bollo o di visto per bollo, devono anche indicare l'ufficio che ha annullato le marche od apposto il visto e la relativa data.

 

L'art. 6, All. A, del D.P.R. n. 642/72, modificato ed aggiornato dal  D.M. 20/8/92, prescrive il  12 per mille quale  indice generale dell'imposta di bollo alla quale devono essere assoggettate le cambiali.

 

La dimostrata irregolarità dei bolli ab origine, rende la cambiale priva della tipica caratteristica di essere esigibile ed azionabile immediatamente, e quindi della sua qualità di  titolo esecutivo ex lege.

 

Ne discende la nullità di ogni atto successivo, anche giudiziario, in quanto non fondato su titolo esecutivo bensì semplicemente su mera scrittura privata (ex art. 20 - D.P.R. n. 642/72), così da rendere improcedibile ogni eventuale azione esecutiva.

 

Tabella della bollatura per le cambiali:

 

 

Cambiali:

 

- emesse e pagabili nello Stato

12 per mille fin dall’origine

- emesse nello Stato e pagabili all’estero

9 per mille fin dall’origine

- accettate da banche per accettazione di tratte a copertura di esportazioni

0,1 per mille fin dall’origine

- emesse da imprenditore e accettate da banche con indicazione dei proventi, girabili con clausola senza garanzia e con scadenza fino a 12 mesi (così dette accettazioni bancarie)

0,1 per mille fin dall’origine

- cambiali finanziarie

0,1 per mille fin dall’origine

- agrarie rilasciate da banche autorizzate ad esercitare il credito agrario

0,1 per mille fin dall’origine

- emesse da imprese sovvenzionate da BEI, CECA, EURATOM, Consiglio d’Europa

0,1 per mille fin dall’origine

- emesse in relazione ad operazioni di credito a medio e lungo termine

0,1 per mille fin dall’origine

- e titoli equivalenti emessi in Italia a fronte di operazioni relative all’assicurazione e al finanziamento

0,1 per mille fin dall’origine

- se provenienti dall’estero per ogni milione o frazione di esso

Lire 100 in caso d’uso

- provenienti dall’estero

in caso d’uso come per cambiali emesse nello stato

- duplicati e copie

Le stesse imposte stabilite per l’originale con il massimo di lire 1000

Elenco completo degli articoli

 

Si iscriva alla Newsletter per ricevere gli approfondimenti

 

Raccolta di Giurisprudenza in Omaggio:

IL CONTENZIOSO SUL MUTUO BANCARIO

Clicca qui per richiedere la Raccolta in omaggio

 
 
 

© COPYRIGHT TIDONA

Tutti i contenuti sono protetti dal diritto d'autore. Ogni utilizzo non autorizzato sarà perseguito ai sensi di legge.

RIPRODUZIONE VIETATA

 

 

 

Vedi tutti gli articoli
NOTE OBBLIGATORIE per la citazione o riproduzione degli articoli e dei documenti pubblicati in Magistra Banca e Finanza
È consentito il solo link dal proprio sito alla pagina della rivista che contiene l'articolo di interesse.
È vietato che l'intero articolo, se non in sua parte (non superiore al decimo), sia copiato in altro sito;  anche in caso di pubblicazione di un estratto parziale è sempre obbligatoria l'indicazione della fonte e l'inserimento di un link diretto alla pagina della rivista che contiene l'articolo.
Per la citazione in Libri, Riviste, Tesi di laurea, e ogni diversa pubblicazione, online o cartacea, di articoli (o estratti di articoli) pubblicati in questa rivista è obbligatoria l'indicazione della fonte, nel modo che segue:
Autore, Titolo, in Magistra, Banca e Finanza - www.magistra.it - ISSN: 2039-7410, anno
Esempio: CASTIGLIONI M., La securitization in Italia, in Magistra Banca e Finanza - Tidona.com - ISSN: 2039-7410, 2010
Studio Legale Tidona | Diritto Bancario e Finanziario
 
In questo sito web utilizziamo cookies tecnici per migliorare la Sua navigazione. Continuando la navigazione acconsente al loro uso. Maggiori informazioni alla nostra cookie policy.

stampa questa pagina

© copyright 1998-2009 Studio Legale Tidona e Associati | Tidona.com |