Oltre 25 anni di esperienza nel diritto bancario e finanziario.

La nostra attività

Lo Studio Legale Tidona e Associati assiste imprese di ogni dimensione, in particolar modo dell'industria bancaria e finanziaria, rappresentando uno degli studi legali più apprezzati e riconosciuti nel settore.

Lo Studio fornisce consulenza ed assistenza su base continuativa a banche ed intermediari finanziari in ordine alla normativa applicabile, con particolare competenza ed esperienza nelle ipotesi di mala gestio, responsabilità della banca e dei suoi amministratori, nonché negli adempimenti di compliance, di vigilanza ed antiriciclaggio.

Lo Studio fornisce altresì consulenza ed assistenza continuativa nella redazione ed aggiornamento della contrattualistica non solo bancaria, assistendo imprese italiane ed internazionali nei più diversi ambiti.

Gli Avvocati dello Studio assistono inoltre la propria clientela nel contenzioso relativo alle diverse problematiche relative al diritto civile.

IBA-logo
Avv. Maurizio Tidona - American Bar Association

Avv. Maurizio Tidona - Ordine Avvocati Milano

Il regime di vigilanza prudenziale nel settore assicurativo

Di Antonio Pezzuto, ex Dirigente della Banca d’Italia   Il quadro normativo di riferimento La regolamentazione prudenziale del settore assicurativo è stata oggetto di profondi cambiamenti con l’approvazione, nel novembre 2009, della Direttiva 2009/138/CE in materia di accesso ed esercizio delle attività di assicurazione e di riassicurazione (c.d. Solvency II) che, dopo continui rinvii, è […]

Il conto corrente cointestato a firme disgiunte

Di Antonella Mondino, Avvocato   La questione delle quote di spettanza del saldo di conto corrente cointestato Comunemente si ritiene che nella gestione del conto corrente a firme disgiunte ciascuno dei cointestatari abbia il diritto di disporre di quote uguali della somma depositata, ma l’analisi del contratto che regola i diritti e i doveri delle […]

NOTIZIE DALLA CORTE: Ammissione al passivo fallimentare con privilegio ipotecario anche quando il bene in garanzia non sia ancora ricompreso nell’attivo fallimentare

Cassazione Civile, sez. I, sent. n. 5341 del 22 febbraio 2019 A cura della Redazione   Principio di Diritto: Al creditore che chiede di essere ammesso in rango ipotecario al passivo fallimentare è possibile riconoscere questa collocazione anche se il bene su cui grava la garanzia non faccia attualmente parte dell’attivo fallimentare. Per tale riguardo […]

In questo sito web utilizziamo cookies tecnici per migliorare la Sua navigazione. Continuando la navigazione acconsente al loro uso. Maggiori informazioni alla nostra cookie policy.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi