Credit default swap (CDS): analisi legale e tributaria di questa tipologia di derivato su crediti

Di Fabio Galletti 24 marzo 2003 Il credit default swap è un contratto derivato (o differenziale) ascrivibile alla tipologia dei “credit derivatives”, già oggetto di trattazione in un precedente articolo apparso su questa rivista. Lo strumento finanziario si presta ad essere utilizzato nel settore bancario per gestire ed alleviare il rischio creditizio insito in portafogli […]

Il contratto di prestito titoli: elementi di criticità e modelli adottabili

Di Paolo Amato, Avvocato 7 ottobre 2002 1. – I profili essenziali del prestito titoli. L’introduzione del prestito titoli nel mercato italiano è legata al passaggio dal sistema di liquidazione a termine a quello di liquidazione a contanti dei contratti di Borsa.[1] L’adozione di questa nuova procedura, necessaria per rendere più competitiva la Borsa italiana […]

La lettera di patronage “debole” e “forte”. La diversa rilevanza giuridica in tali forme di garanzia impropria

Di Maura Castiglioni, Avvocato   La lettera di patronage o di gradimento costituisce una forma di garanzia impropria, in forza della quale la società “patronnant” assicura alla banca di essere titolare di un pacchetto azionario di altra società, di avere interesse al mantenimento delle linee di credito alla stessa concesse, e dichiara di non cedere […]

Centrale dei Rischi. Foglio Informativo della Banca d’Italia sul servizio centralizzato di rilevazione dei rischi

A cura di Maurizio Tidona, Avvocato 9 aprile 2001 Foglio informativo della Banca d’Italia 1. Fonti normative Il servizio centralizzato dei rischi gestito dalla Banca d’Italia[1] , denominato Centrale dei rischi, è disciplinato: • dalla delibera del Comitato interministeriale per il credito e il risparmio del 29 marzo 1994, pubblicata in Gazzetta Ufficiale del 20 […]

Appunti in tema di correttezza e fideiussioni

Di Sergio Vergottini 26 marzo 2001 Commento alla sentenza della Corte di Cassazione n. 2284/1999 Supponendo che un Istituto di Credito non abbia mantenuto una condotta ispirata a buona fede e correttezza nella gestione del rapporto finanziario con un soggetto affidato, potrebbe ancora escutere la garanzia fideiussoria a suo tempo rilascia da terzi? Ebbene, a […]

Le condizioni generali di contratto nei rapporti bancari

Di Giandiego Monteleone Tesi di laurea Marzo 2001   Indice: CAPITOLO PRIMO Il codice civile e le condizioni generali di contratto CAPITOLO SECONDO Le norme bancarie uniformi CAPITOLO TERZO Lo Stato italiano e la normativa comunitaria sino al 1996 CAPITOLO QUARTO La disciplina della “trasparenza” CAPITOLO QUINTO Profili problematici del modello italiano: in particolare l’Ombudsman […]

Per le società di capitali è possibile la convocazione dell’assemblea a mezzo posta elettronica e lo svolgimento della stessa e dei consigli d’amministrazione mediante videoconferenza, teleconferenza e comunicazione videoscritta in tempo reale

Di Maurizio Tidona, Avvocato 6 novembre 2000 La rivoluzione tecnologica irrompe nelle società di capitali. Il Tribunale di Sassari ha omologato l’atto di costituzione di una società operante nel settore dell’informatica. Lo statuto prevede: 1) L’assemblea ordinaria può essere convocata mediante posta elettronica (…) il Presidente dell’assemblea verificherà mediante elenco fornitogli dal fornitore di accessi […]

La responsabilità della banca nell’insolvenza dell’impresa: revoca ingiustificata dell’affidamento e concessione abusiva del credito

Di Stefano Stefanelli 17 luglio 2000 Tesi di Laurea in Diritto Bancario Università degli Studi di Foggia Facoltà di Giurisprudenza Anno Accademico 2002 – 2003 I N D I C E Premessa Capitolo 1 Quadro evolutivo del rapporto banca-impresa Rapporto banca-impresa: una ricognizione storico- dottrinale 1.1.1 Il quadro storico 1.1.2 Il quadro teorico Altre possibili […]

La data certa nei contratti di banca

Di Maurizio Tidona, Avvocato 26 giugno 2000 La certezza della data nei rapporti in genere – ed in particolar modo in quelli bancari – è richiesta ogniqualvolta vi sia la possibilità anche teorica di conflitto tra “interessi” diversi e in pericolo di conflitto, rendendo così opponibile nei confronti del terzo (eventuale portatore dell’interesse confliggente) la […]